Home Itinerari Dal nord al sud dell'Umbria

DAL NORD AL SUD DELL’UMBRIA PASSANDO PER L’OVEST

Lungo questo itinerario incontriamo altre importanti località come Città di Castello, l’antica Tiferno dei Romani, con la sua Pinacoteca Comunale che ospita importanti opere d’arte e sulla cui facciata cinquecentesca si possono ammirare i graffiti del Vasari. Castiglione del Lago, edificata su una rocca calcarea, è il centro principale da cui si accede al parco Naturale del Trasimeno, con i suoi 13.200 ettari di imperdibili paesaggi naturalistici. Si arriva poi a Orvieto, Città di origine etrusca, che porta con sé la magia e la forza di tremila anni di storia e una grande tradizione artigianale ed enogastronomica. Per ultime si attraversano altre interessanti cittadine fino a raggiungere Todi, Sangemini e Narni, a sud della regione.

UMBERTIDE - MONTONE - PIETRALUNGA - CITTÀ DÌ CASTELLO - MONTE S. MARIA TIBERINA - CITERNA - SAN GIUSTINO - MAGIONE - PASSIGNANO SUL TRASIMENO - TUORO SUL TRASIMENO - CASTIGLIONE DEL LAGO - PANICALE - CITTA’ DELLA PIEVE - SAN VENANZO - MONTEGABBIONE - MONTELEONE D’ORVIETO - PARRANO - FABRO - FICULLE - ALLERONA - CASTEL VISCARDO - CASTEL GIORGIO - PORANO - ORVIETO - MARSCIANO - MONTE CASTELLO DI VIBIO - FRATTA TODINA - TODI - ACQUASPARTA - AVIGLIANO - SAN GEMINI - NARNI



UMBERTIDE

There are no translations available.

Fondata intorno all’anno 1000, questa cittadina conserva una rocca medievale nel cuore del centro storico, la torre a pianta quadrata è oggi un interessante Museo di Arte Contemporanea. Sempre nel centro storico della città è consigliabile far visita alla Chiesa di Santa Croce, dove nell’omonimo museo si può ammirare la Deposizione della Croce del Signorelli e una Madonna col Bambino in Gloria tra Angeli e Santi, del Pomarancio. Importante è la Fiera di Settembre di fine Ottocento, una festa che si svolge la terza settimana di settembre e dura quattro giorni tra manifestazioni di ogni genere, realizzate per rievocare le tradizioni tipiche della fine dell’ottocento.

 

MONTONE

There are no translations available.

Questo piccolo e suggestivo borgo è conosciuto per la storia del Capitano Braccio Fortebracci morto combattendo valorosamente nella battaglia dell’Aquila nel 1424. Oltre alla suggestione del luogo è da fare una visita alla Rocca di Braccio ed alla Rocca d’Aries, anch’essa dei Fortebracci, infine è da vedere il museo di San Francesco che ospita molte importanti opere d’arte pittorica. Assolutamente da assaggiare il raro e pregiatissimo tartufo bianco.

 

PIETRALUNGA

There are no translations available.

Il paese, immerso nella collina appenninica conserva la bella Pieve di Santa Maria con il suo pregiato portale romanico e la Pieve de Saddì, un esempio raro e ammirevole di basilica paleocristiana, oltre a un santuario dal nome interessante il Santuario della Madonna dei Rimedi.

 

CITTÀ DÌ CASTELLO

There are no translations available.

Città di Castello è l’antica Tiferno dei romani, il centro più popolato dell’Alta Valle del Tevere, nell’antichità il suo dominio si estendeva oltre i confini dell’Appennino, per questo è ricca di resti con un grande valore storico. I palazzi e le chiese più importanti furono fatti edificare dalla famiglia Vitelli tra il XV e il XVI sec. d.C. La Pinacoteca Comunale presenta sulla facciata cinquecentesca graffiti del Vasari e conserva al suo interno importanti opere di artisti come Raffaello, Andrea della Robbia, Lorenzo Ghiberti e molti altri. Allo stesso modo il museo del Duomo raccoglie importanti dipinti di grandi artisti del passato come il Pinturicchio. Sono da visitare la Collezione Burri, la Torre Civica, il Palazzo del Podestà, la chiesa di San Francesco, la chiesa di San Domenico e molti altri monumenti. Anche qui è possibile assaggiare il pregiato tartufo bianco ed assistere a notevoli manifestazioni culturali e artistiche.

 

MONTE S. MARIA TIBERINA

There are no translations available.

Situata nella punta a nord della regione, in una posizione molto panoramica, questa località era l’antica roccaforte dei marchesi Bourbon del Monte che hanno lasciato un interessante palazzo da visitare assieme all’antica Pieve e al Castello di Lippiano.  Le “chicche”, un cappelletto di grosse dimensioni ripieno di carne e tartufi, sono la specialità del posto, assieme alla carne di cinghiale e al “rosticino”, carne di pecora cotto alla brace.

 

CITERNA

There are no translations available.

Il piccolo borgo viene descritto come la terrazza sulla valle del Tevere, nella chiesa di San Francesco sono conservati dipinti di Luca Signorelli, Raffaellino del Colle e una splendida Madonna in terracotta attribuita recentemente a Donatello.
È da visitare la chiesa di San Michele Arcangelo e la chiesa di S. Maria Assunta a Pistrino con i suoi dipinti rinascimentali.

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  Next 
  •  End 
  • »
Page 1 of 6

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione ed eventualmente anche di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Utilizzando i nostri servizi, accetti l'uso dei cookies da parte nostra. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information